Gizzeria lido, marocchino minaccia di darsi fuoco. Salvato dall’intervento del comandante della stazione dei carabinieri

carabiniere gizzeria lido marocchino si da fuoco

Momenti di tensione si sono vissuti lunedì scorso nel seggio elettorale di Gizzeria lido, quando un marocchino, S.M., di 30 anni, con precedenti penali e problemi psichici, si è cosparso di benzina davanti a due finanzieri di turno al seggio elettorale minacciando di darsi fuoco con un accendino se non fossero stati risolti i problemi relativi al suo passaporto fermo alla Questura di Catanzaro.

A risolvere la difficile situazione è stato il provvidenziale intervento del comandante della stazione dei carabinieri di Gizzeria lido, il maresciallo Andrea Pagano, il quale, fuori servizio e allertato dagli stessi finanzieri, dopo essere arrivato al seggio elettorale ha iniziato a parlare con il marocchino, che nel frattempo si era seduto a terra spargendo il corpo di altra benzina.
Il maresciallo Pagano, con attenzione e professionalità nonostante la situazione si facesse sempre più complicata, è riuscito a tranquillizzare il marocchino, facendosi spiegare le problematiche che lo avevano portato alla decisione di darsi fuoco.
Rasserenato dalla presenza e dalle parole del militare, l’uomo ha buttato l’accendino e si è fatto soccorrere dai sanitari del 118, che nel frattempo erano arrivati sul posto avvertiti dai carabinieri.
Il marocchino è stato successivamente portato all’ospedale di Lamezia Terme per essere curato.

 

 

Author’s Posts